Cyberbullismo collegato all’orientamento sessuale, come difendersi

Il 73% degli LGBTQ è stato tormentato online a causa del proprio orientamento sessuale o identità. Una guida mira a rafforzare e dare loro gli strumenti per proteggersi online.

Navigare in una società eterosessuale e cisgender può essere difficile per i membri della comunità LGBTQ+. Emarginate dalla loro famiglia, condannate dalla loro comunità e isolate dai loro amici, molte persone LGBTQ+ si rivolgono a Internet per cercare solidarietà.
Con il semplice clic di un pulsante, possono sfuggire al loro ambiente fisico e immediatamente essere trasportati in un luogo pieno di persone che la pensano come loro e che le accettano. Lì possono chiedere indicazioni su come uscire, porre domande su argomenti specifici e comprendere meglio la loro sessualità e la loro identità di genere.

Tuttavia, Internet può anche essere un luogo intimidatorio e pericoloso. Basta leggere i commenti su qualsiasi post sui social media virali per vedere una miriade di insulti e aggressioni insensate.

Una guida mira a rafforzare e dare alle vittime LGBTQ+ di cyberbullismo gli strumenti per proteggersi online.
https://it.vpnmentor.com/blog/la-maggior-parte-delle-persone-lgbtq-e-esposta-a-cyberbullismo-ecco-come-rimanere-sicuri-online/